Il nome ufficiale è Fontana Pretoria ma a Palermo è conosciuta anche come Fontana della Vergogna, andiamo a scoprire il perché in questo Spiraglio di Viaggio…

Il nome Fontana Pretoria deriva dalla Piazza Pretoria, in cui è situata, mentre Fontana della Vergogna deriva dalla nudità delle tante (e meravigliose) statue che la costituiscono.

Sulla città di Palermo di cose da dire ce ne sarebbero veramente tantissime, ma in questo Spiraglio voglio concentrami su questa fontana, che ha una storia a dir poco travagliata ed anche piuttosto curiosa…

 

Passo indietro: il viaggio-spiraglio

 

Prima di raccontarti della celebre (e sventurata, tra poco scopriremo perché!) fontana della vergogna di Palermo, riprendiamo da dove ci eravamo lasciati!

Se è la prima volta che “capiti” su questo blog: sto raccontando un viaggio in moto, di 64 giorni, attraverso tutto il sud Italia (e isole), viaggio ideato per andare a trovare persone che hanno cambiato vita (un esempio fra tutti, la storia dell’ex comandante di navi ora speaker radiofonico e organizzatore del Festival degli Aquiloni che racconto qui: San Vito lo Capo, gli Aquiloni e la Storia di un Capitano).

Nell’ultima tappa ti ho raccontato di Castellammare del Golfograzioso paesino marinaro in provincia di Trapani.

Terminati i due giorni in quella bella oasi di pace, sono ripartito alla volta di Palermo.

 

La Fontana della vergogna di Palermo

 

fontana Pretoria

 

La Fontana PretoriaFontana della Vergogna di Palermo venne realizzata, in realtà a Firenze per il giardino del nobile spagnolo Don Luigi di Toledo dallo sculture Francesco Camiliani che iniziò a lavorarvi nella metà del 1500.

E fu proprio a realizzazione avvenuta che inizia la curiosatravagliata storia della Fontana.

Pare proprio che Don Luigi (che era tra l’altro – facciamo un po’ di gossip rinascimentale hehehe – cognato di Cosimo dei Medici) non riuscì proprio a godersela, la cara fontana, in quanto, sommerso dai debiti fu costretto a venderla alla città di Palermo.

Anche se sembra incredibile, la fontana venne smontata, caricata su una nave e trasportata per mezzo Mediterraneo fino a giungere in terra siciliana. 




Booking.com


Ma il travaglio era tutt’altro che finito: alcune statue, infatti, si erano rovinate durante il trasbordo mentre altre, quel furbetto di un Don Luigi, aveva deciso di tenersele e portarle con sé a Napoli.

Fatto sta che la fontana, anche se non proprio intera, era ormai giunta, a Palermo. Solo che, prima di tutto bisognava trovare un posto dove metterla e poi andava rimontata….cosa non del tutto agevole dato che era stata smontata in ben (secondo Wikipedia644 pezzi. 

 

L’abbattimento delle case e la rivolta delle suore

 

Ebbene si, per far posto alla monumentale fontana si decise, niente poco di meno che…abbattere alcune abitazioni! 

Una vera….vergogna! Avranno gridato gli abitanti indignati, vedendosi costretti ad abbandonare le loro dimore per far posto a quei 644 blocchi di marmo in arrivo dalle terre toscane. Sarà forse per questo che la fontana si chiama così? 

No mio caro lettore (e mia cara lettrice) il motivo, ahimé, con una buona dose di pudore italico già allora evidentemente ben vivo, sono le nudità presenti nelle statue.

Ora riflettiamoci un attimo.

Voglio dire…non è che il David fosse vestito, magari con un bel cappotto!

No.”L‘era bello ignudo!” – avranno detto i fiorentini dell’epoca.

Così come, del resto, molte statue del periodo classico.

Evidentemente però, le suore dell’epoca non dovevano essere molto ferrate in storia dell’Arte in quanto la leggenda narra che un giorno, letteralmente inferocite per trovarsi davanti tanta umanità ignuda decisero di assaltare la fontana mutilando i genitali delle povere, innocenti statue!

Non ci è dato sapere che questa storia corrisponda a verità o se sia stata inventata di sana pianta…ma ricordiamoci che, in ogni leggenda che si rispetti…c’è sempre un fondo di verità! 

Ed ecco spiegato il nome della statua della vergogna di Palermo!

 

Visitare Palermo

 

Ci vorrebbe un libro, altro che un post per raccontare le bellezze del capoluogo siciliano. Così su due piedi, mi viene da darti un suggerimento: fatti un bel giro nel Centro Storico. 

danza del ventre alchimia palermo

Dal Teatro Massimo, procedendo per Via Maqueda in direzione dei Quattro Canti, troverai una bella passeggiata ormai prettamente turistica e pronta ad accogliere i visitatori.

Se giungi all’altezza di Piazza Sant’Onofrio, la sera, non dimenticare di fare una tappa all’Alchimia.

È un delizioso Salotto Arabo in cui potrai degustare un sorprendente Narghilé e godere di spettacoli di danza orientale. 

Il proprietario, Fabio, palermitano DOC saprà con la sua accoglienza farti sentire come se fossi a casa tua.

Tutti i vicoli che da via Maqueda scendono verso il mare, con i loro localetti e la vita notturna sono assolutamente da scoprire, compreso il Mercato della Vucciria che la sera si trasforma in un grande spazio di festa all’aperto.

Giunto ai Quattro Canti (proprio in prossimità della Fontana della vergogna) potrai invece, prendendo Via Vittorio Emanuele giungere alla meravigliosa Cattedrale ed al Palazzo Arabo Normanno, fiore all’occhiello della città.

Di cose da consigliare e suggerire che ne sarebbero “a bizzeffe” e ti prometto uno Spiraglio dedicato agli itinerari turistici di Palermo. Intanto andiamo a vedere dove alloggiare a Palermo…ma non prima di aver visto una foto della Cattedrale…

 

palermo cattedrale

 

Dove alloggiare a Palermo – B&B Casa Galati

 

A pochi passi dalla zona che ti ho descritto, alcune centinaia di metri dalla Fontana della vergogna e a mezzo isolato di distanza dal Teatro Massimo, si trova il B&B Casa Galati

 

b&b casa galati

 

Ed eccomi qui nella sala colazioni, appena arrivato da Castellammare!

 

room beb galati

 

La camera da letto…

 

opere-artisti-locali

 

Alcune opere di artisti locali.

 

Fontana Pretoria, Palermo e Casa Galati – Link e info finali

 

Fontana della vergogna di Palermo - notte

 

Non poteva mancare una vista della fontana Pretoria di notte. 

Altre informazioni sulla città le trovi nel prossimo spiraglio, in cui ti parlerò dei 5 migliori parchi di Palermo! 

Se sei a Palermo e vuoi scoprire cosa fare la sera il sito della movida e degli eventi culturali e musicali è questo: Balarm.it

Sito istituzionale del Turismo Palermo lo trovi qui.

Le prenotazioni le puoi fare direttamente seguendo questo link: B&B Casa Galati

Photo credits (fontana – copertina e notte): Eleonora Lambo Rosa Galletti


 

Per proseguire la lettura sul Blog:

Se sei ispirato e vuoi leggere qualcosa sulla filosofia di viaggio: Cosa significa viaggiare?

Se sei in Sicilia e vuoi un altro spiraglio ambientato in terra siciliana: Modica, Noto e la storia di Piero che ha cambiato vita

E se questo Spiraglio sulla Fontana della vergogna di Palermo ti è piaciuto CONDIVIDILO!